LA CADUTA DEI CAPELLI NELLA DONNA

 

La caduta dei capelli nella donna determina una grave problematica psicologica con comparsa di importanti sintomi depressivi e con notevole riduzione della qualità di vita.

Il professore Enrico Carmina ha diretto un comitato internazionale di esperti al fine di stabilire le modalità di diagnosi e la terapia ottimale della caduta di capelli nella donna ed i suoi legami con una eccessiva produzione di ormoni androgeni. Lo studio, promosso dalle società internazionali di dermatologia e di eccesso di androgeni, ha portato alla preparazione di un documento di 50 pagine, attualmente in corso di pubblicazione sui principali giornali scientifici.

Componenti del Comitato Internazionale per la diagnosi e terapia della caduta dei capelli nella donna

(forma FPHL)

- Prof. Enrico Carmina, Direttore del Comitato

- Prof. Elise Olsen, Direttrice del dipartimento di dermatologia e del centro per la terapia della caduta dei capelli, Duke University, North Carolina, USA

- Prof. Wilma Bergfeld, Professore di Dermatologia, Cleveland College of Medicine, USA

- Prof. Roger Lobo, Professore di Ostetricia e Ginecologia, Columbia University, New York, USA

- Prof. Ricardo Azziz, Direttore Ospedali SUNY dello Stato di New York, USA

- Prof. Walter Futterweit, Professore di Endocrinologia, Mount Sinai Hospital, New York, USA

- Prof. Heather Huddleston, Professore di Ostetricia e Ginecologia, Università della California San Francisco, USA

- Prof. Hector Escobar Morreale, Professore di Endocrinologia, Madrid, Spagna

Quale forma di caduta di capelli nella donna richiede uno studio ormonale e va curata dall'endocrinologo?

La forma più comune di caduta di capelli nella donna, denominata Female Pattern Hair Loss (FPHL), può essere causata da aumento degli ormoni maschili (androgeni) o da altre alterazioni ormonali o da deficit nutrizionali e richiede uno studio ormonale particolare ed una terapia endocrina. Questa forma in passato veniva denominata Alopecia Androgenetica.

 

Come si distingue la Female Pattern Hair Loss dalle altre forme di caduta dei capelli che non hanno cause ormonali?

La distinzione richiede un attento esame delle zone di impoverimento del cuoio capelluto. Nella forma FPHL la zona di impoverimento è quella centrale del cuoio capelluto o un quadro cosiddetto ad albero di Natale. Spesso è necessario confrontare la zona centrale con quella occipitale. Lo specialista che si occupa di caduta dei capelli nella donna deve essere in grado di differenziare la FPHL da altre forme di caduta dei capelli come l'effluvio cronico telogeno (CTE).

 

La Female Pattern Hair Loss è sempre causata da un eccesso di androgeni?

No. Solo un terzo delle FPHL dipende da un eccesso di androgeni. Le altre forme hanno cause diverse: genetiche, infiammatorie, da deficit nutrizionali. Solo uno studio diagnostico completo può permettere di fare una diagnosi corretta e di impostare una corretta terapia.

 

Quali sono le possibili terapie della Female Pattern Hair Loss?

La terapia dipende dalla diagnosi. Non si possono trattare allo stesso modo pazienti che hanno una forma di caduta dei capelli dipendente da un eccesso di androgeni o da una carenza di minerali o da una forma infiammatoria cronica. Anche in pazienti con eccesso di androgeni la terapia richiede sia terapie locali (soluzioni o gel) che terapia con antiandrogeni. Anche la scelta del farmaco antiandrogeno va fatta con attenzione e dipende dall'età della donna.

In casi particolari si può ricorrere a nuove forme terapeutiche quali il laser a bassa intensità o la somministrazione di pappe di piastrine.